AVANA’

L’Avanà è uno dei vitigni che si possono definire “transfrontalieri” per il fatto di essere presente anche in Savoia e Delfinato. Oggi la sua coltivazione in Piemonte è limitata quasi esclusivamente alla media e alta Valle di Susa ed alla Val Chisone (Pinerolese) dove è allevato utilizzando una controspalliera di modesta altezza o addirittura ad alberello poiché l’ambiente pedoclimatico estremo ne contiene  il grande vigore.  La sua produzione non è costante  ed occorre controllare la corretta esposizione al sole dei grappoli per evitare  difetti di colorazione.

Vinificate in purezza le uve danno un vino fresco e fruttato, leggero di corpo, dal colore piuttosto scarico ma di ottima tonalità che degrada velocemente virando all’arancio. Dal 1996 le uve del vitigno Avanà possono concorrere alla produzione del vino DOC Pinerolese, ed in particolare del Pinerolese Ramìe, e dal 1997, sole o congiuntamente agli altri vitigni locali (Becuet, Chatus…), alla DOC Valsusa.

Bevi bene e responsabilmente